“Il racconto dell’ancella” di Margaret Atwood

Il racconto dell’ancella è un romanzo scritto e pubblicato da Margaret Atwood nel 1985. Dalla data di pubblicazione ha continuato a vendere molto, nonostante sia stato messo spesso al bando nelle scuole.

Il libro narra di un mondo alternativo in cui, in seguito a disastri chimici e nucleari, ogni Paese ha avuto l’autorizzazione ad agire autonomamente, senza interferenze esterne. In una società in cui la fertilità continuava a diminuire e in cui imperversava la guerra, con un colpo di stato in cui vengono uccisi il Presidente degli Stati Uniti e il congresso, prende il potere un nucleo di pochi capi, uomini e bianchi. Attraverso la scusa del momento di grande instabilità che si sta vivendo, i conti bancari di tutte le donne vengono chiusi, non c’è più un lavoro per loro, che diventano senza un appoggio economico, proprietà degli uomini. I matrimoni che vengono accettati  sono i primi, non viene accettato come legale il divorzio, l’aborto, viene rivoluzionato tutto il sistema. Continua a leggere ““Il racconto dell’ancella” di Margaret Atwood”

Il Canto di Penelope di Margaret Atwood

Nel 2004 Pietro Citati ripercorreva ne La mente colorata (Adelphi Editore) il mito di Odisseo. Nel 2005 Margaret Atwood compiva un’impresa analoga con Il Canto di Penelope, pubblicato per la prima volta da Rizzoli e riproposto nel 2018 da Ponte alle Grazie in una nuova veste grafica. Attenzione, questo paragone non vuole indicare alcuna contiguità tra le due opere, eccetto la memoria personale e quel pizzico di curiosità risvegliata in chi scrive proprio tra la definizione di Odisseo scelta da Citati – una mente colorata è una mente duttile, poliedrica, astuta, impulsiva, calcolatrice, finanche presuntuosa – e uno dei temi sui quali insiste la Atwood in questo suo romanzo breve: Odisseo è stato davvero l’eroe più scaltro della Storia della Letteratura Occidentale o solo un grande mentitore? Continua a leggere “Il Canto di Penelope di Margaret Atwood”

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: