In casa editrice: Las Vegas Edizioni

Con oggi inauguriamo uno spazio dedicato alle piccole e medie case editrici indipendenti, provando, con brevi interviste e alcune segnalazioni dal loro catalogo, a far conoscere ai nostri lettori chi e cosa c’è dietro i libri che leggiamo e di cui parliamo. Un tentativo, in altre parole, di dare all’oggetto libro un correlativo soggettivo in termini umani e non solo, persone, idee, percorsi che l’hanno portato dalla mente dell’autore fino agli scaffali delle librerie (fisiche o on line) e poi nelle nostre mani.

Continua a leggere “In casa editrice: Las Vegas Edizioni”

«Il più bello dei libri lo devo ancora leggere», ma intanto… (Qual è il libro più bello letto nel 2018?)

Ma quanto sono brutti i bilanci? Non tanto, o non solo, quando le voci in passivo superano quelle in attivo, ma anche perché – pure se tutti col segno + davanti – arrivano in quei periodi dell’anno o della vita in cui, invece, si vorrebbe dimenticare, o non pensare. Oppure scatenano tempeste di malinconie, temporali di nostalgia. E quelle canaglie di aspettative… andrà meglio? Sarà peggio? Sarà, come? Sarà. Intanto è stato. E con quello che è stato, non so voi, ma io sono abituata sempre a farci i conti. Continua a leggere “«Il più bello dei libri lo devo ancora leggere», ma intanto… (Qual è il libro più bello letto nel 2018?)”

Lo Straordinario di Eva Clesis

Lo straordinario di Eva Clesis (Las Vegas Edizioni) è un romanzo stupefacente. Aggettivo, quest’ultimo, affatto iperbolico e da prendere – semmai – alla lettera. Un romanzo (caso raro) che è riuscito a farmi ridere e non solo sorridere, svagare e dilettare imprimendo comunque ai miei pensieri un corso estrospettivo e decentrato da me stessa, non perché non mi sia sentita in sintonia con Lea, la protagonista – casomai è il contrario: je suis Lea! – ma perché è una di quelle letture che ti portano a fare davvero molto caso a tutto ciò che ti circonda, a ogni minimo segnale (anche sensoriale) del mondo esterno (e a come ti può influenzare), guidandoti verso una comprensione non solo superficiale e di maniera ma intima e oggettiva dell’altro (incluso l’altro da sé). Continua a leggere “Lo Straordinario di Eva Clesis”

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: