Gruppi di lettura #1 Leggendo a Bari

12 gennaio 2016. Avevo da poco conosciuto Paola e scorrendo la mia home su Facebook incappai in un suo post in cui parlava di un gruppo di lettura che si teneva a Bari, con riunioni a cadenza mensile. Qua e là, avevo sentito parlare dei gruppi di lettura ma non mi ero mai fidata, nel senso che da quello che leggevo a proposito di regole e regolamenti, mi sembravano altrettante lezioni in cattedra e gare di sfoggio a chi la sa più grossa. E di questo ne avevo già abbastanza tra Università e lavoro. Tuttavia…

Continua a leggere “Gruppi di lettura #1 Leggendo a Bari”

Lo Straordinario di Eva Clesis

Lo straordinario di Eva Clesis (Las Vegas Edizioni) è un romanzo stupefacente. Aggettivo, quest’ultimo, affatto iperbolico e da prendere – semmai – alla lettera. Un romanzo (caso raro) che è riuscito a farmi ridere e non solo sorridere, svagare e dilettare imprimendo comunque ai miei pensieri un corso estrospettivo e decentrato da me stessa, non perché non mi sia sentita in sintonia con Lea, la protagonista – casomai è il contrario: je suis Lea! – ma perché è una di quelle letture che ti portano a fare davvero molto caso a tutto ciò che ti circonda, a ogni minimo segnale (anche sensoriale) del mondo esterno (e a come ti può influenzare), guidandoti verso una comprensione non solo superficiale e di maniera ma intima e oggettiva dell’altro (incluso l’altro da sé). Continua a leggere “Lo Straordinario di Eva Clesis”

L’affaire Moro di Leonardo Sciascia

Inevitabile per chi, come me, nata e cresciuta a Bari, laureata all’Università degli Studi che porta il suo nome, non ricordare, sebbene per sommi capi e con tutte le limitazioni del caso, il quarantennale della morte di Aldo Moro che ricorre mercoledì 9 maggio attraverso l’analisi di un libro, L’affaire Moro di Leonardo Sciascia (Adephi Editore). Continua a leggere “L’affaire Moro di Leonardo Sciascia”

Camminare di Thomas Bernhard

Chiunque abbia già letto qualcosa di Thomas Bernhard (per esempio Perturbamento o Il soccombente, alcuni tra i suoi titoli più celebri e celebrati) sa quanto l’architettura labirintica della prosa e la costruzione monolitica della sintassi di questo particolare autore siano ostacoli di difficile superamento, e quanta attenzione, impegno mentale e dedizione richiedano da parte del lettore. Camminare l’ultimo romanzo breve pubblicato da Adelphi nella collana Piccola Biblioteca non fa, ovviamente, eccezione. Eppure è una sfida che vale la pena affrontare, un ostacolo il cui superamento offre al lettore un’indicibile soddisfazione. Continua a leggere “Camminare di Thomas Bernhard”

fiore frutta foglia fango di Sara Baume

Fiore frutto foglia fango di Sara Baume (NN Editore) è un romanzo straordinariamente intenso, in cui il filo sottile della trama si intreccia in perfetta armonia con uno stile capace di restituire al lettore il ritratto di un rapporto di grande umanità. Anche se l’interlocutore del protagonista, l’altro capo di questo filo, la metà del rapporto è di fatto un cane «impaurito, malandato e privo di un occhio», che non a caso si chiama UNOCCHIO. Continua a leggere “fiore frutta foglia fango di Sara Baume”

Il profumo del mosto e dei ricordi di Alessia Coppola

Il profumo del mosto e dei ricordi (Newton Compton Editore) è il primo romanzo di narrativa contemporanea della giovane scrittrice Alessia Coppola, ma non è un esordio in senso assoluto. La Coppola è autrice già amata e confermata di libri fantasy (il retelling in chiave fantastica della favola di Alice nel paese delle meraviglieWolfheart, la ragazza lupo, edito da La Corte, sono veri e propri cult tra gli amanti del genere). Continua a leggere “Il profumo del mosto e dei ricordi di Alessia Coppola”

Un incantevole Aprile di Elizabeth Von Armin

Coincidenza: «Combinazione di fatti, di circostanze, spesso casuali»

Coincidenze: quattro donne diversissime tra loro ma che coltivano un sogno comune: allontanarsi. Dalla cupa primavera inglese, dalle loro famiglie, dai loro mariti, dalla solitudine. E desiderano, giacché siamo – appunto – in primavera – rinascere, sbocciare a nuova vita come i fiori che si rinnovano di primavera in primavera. Continua a leggere “Un incantevole Aprile di Elizabeth Von Armin”

Suite Francese di Irène Néminrovsky

Suite Francese è unanimemente riconosciuto come il capolavoro di Iréne Némirovsky, l’ultimo romanzo, l’incompiuto: l’arresto, la deportazione e la morte – il tutto avvenuto nel breve arco di un mese – impedirono alla scrittrice di origine ucraina naturalizzata francese, nata ebrea ma convertita al cattolicesimo, di portare avanti quella che era stata “composta” nella sua mente come una grande sinfonia in cinque atti sulla drammatica storia della Francia nei primi anni della Seconda Guerra Mondiale, quelli del conflitto, della capitolazione, della resa, l’armistizio e l’occupazione insieme al governo collaborazionista del Maresciallo Petain. Continua a leggere “Suite Francese di Irène Néminrovsky”

Le mie amiche streghe di Silvia Bencivelli

Clara è laureata in biologia, eppure quando scopre che il figlio che porta in grembo è podalico, costringe tutti ad andare al mare a fare le capriole sul bagnasciuga, nella speranza che si capovolga anche il bambino e possa evitare il tanto temuto parto cesareo.

Lucia è un’insegnante, fissata col mangiare sano, biologico e a km 0.

Arianna è un’anestetista che non disdegna l’omeopatia. E poi ci sono quelle contrarie ai vaccini, quelle che leggono il futuro nelle stelle e giudicano in base al segno zodiacale e all’ascendente, e all’ascendente dell’ascendente, quelle che la tecnologia e il progresso porteranno il mondo all’estinzione.

Poi c’è Alice, laureata in medicina, giornalista e divulgatrice scientifica, convinta che tutto si possa spiegare con la logica o con… Wikipedia. Continua a leggere “Le mie amiche streghe di Silvia Bencivelli”

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: