Prima regola: non innamorarsi di Felicia Kingsley

Se i romanzi di Felicia Kingsley fossero delle pièce teatrali, alla fine il pubblico starebbe tutto in piedi per una lunghissima standing ovation. E per questo suo ultimo lavoro, Prima regola: non innamorarsi (Newton Compton Editori), ci sarebbe da scorticarsi i palmi delle mani. Già regina del romance italiano, la scrittrice modenese può fregiarsi adesso anche del titolo di duchessa del mistery, riuscendo in un’impresa ad alto rischio ma anche ad alto tasso di delizia se portata a termine nel modo giusto: miscelare il giallo e il rosa tirandone fuori un vivace color tiffany invece di una macchia pallida e scialba. Quello che voglio dire è che in Prima regola: non innamorarsi la Kingsley architetta con perfetta armonia ed equilibrio tanto la trama mistery che quella romance, costruendo un edificio narrativamente solido, esteticamente affascinante, stilisticamente brillante.

Continua a leggere “Prima regola: non innamorarsi di Felicia Kingsley”

Appuntamento in terrazzo di Felicia Kingsley

Buongiorno lettori, oggi vi parlo di un bellissimo gesto. In questa situazione difficile per il nostro Paese e per il mondo, Felicia Kingsley ha deciso di dare il suo contributo attraverso quello che le riesce meglio: scrivere. Ha così scritto una novella di circa 100 pagine, Appuntamento in terrazzo, pubblicata il 20 aprile in formato digitale. Felicia donerà i proventi del suo libro all’ospedale Policlinico di Modena, cercando in questo modo di dare un aiuto concreto a chi lotta in prima linea contro il Covid-19. Continua a leggere “Appuntamento in terrazzo di Felicia Kingsley”

Matrimonio di convenienza di Felicia Kingsley

Di Felicia Kingsley su questo blog abbiamo detto di tutto, ma di più ancora si può dire andando alle origini del fenomeno, con Matrimonio di Convenienza (Newton Compton) il romanzo d’esordio, il libro che l’ha rivelata prima attraverso la pubblicazione in self e il passaparola dei lettori e poi svelata con il sigillo della Newton. In qualche modo, questa specie di viaggio a zig zag nella carriera di questa talentuosa autrice modenese (in principio fu Stronze si nasce, poi l’ultimo, inesauribile best seller, Una Cenerentola a Manhattan) consentono di cogliere il percorso, magnifico e progressivo, in tutte le sue sfumature, misurando la crescita, ma soprattutto la capacità di trasformare il potenziale in espressione piena e consapevole. Continua a leggere “Matrimonio di convenienza di Felicia Kingsley”

«Il più bello dei libri lo devo ancora leggere», ma intanto… (Qual è il libro più bello letto nel 2018?)

Ma quanto sono brutti i bilanci? Non tanto, o non solo, quando le voci in passivo superano quelle in attivo, ma anche perché – pure se tutti col segno + davanti – arrivano in quei periodi dell’anno o della vita in cui, invece, si vorrebbe dimenticare, o non pensare. Oppure scatenano tempeste di malinconie, temporali di nostalgia. E quelle canaglie di aspettative… andrà meglio? Sarà peggio? Sarà, come? Sarà. Intanto è stato. E con quello che è stato, non so voi, ma io sono abituata sempre a farci i conti. Continua a leggere “«Il più bello dei libri lo devo ancora leggere», ma intanto… (Qual è il libro più bello letto nel 2018?)”

Una Cenerentola a Manhattan di Felicia Kingsley

Se il nuovo femminismo è quello tratteggiato da Una Cenerentola a Manhattan di Felicia Kingsley (Newton Compton Editori) sono pronta ad abbracciarlo con convinzione ed entusiasmo. Perché sarà un chick lit, un rosa, un romance – chiamatelo come vi pare – ma questo romanzo mi ha rimessa in pace con la mia femminilità, con la dimensione del sogno e il diritto a un amore da favola senza contraddire quegli aspetti di (auto)determinazione, perseveranza, coraggio che devono (oggi più che mai) contraddistinguere la donna moderna e che, di certo, contraddistinguono le eroine di questa autrice. Continua a leggere “Una Cenerentola a Manhattan di Felicia Kingsley”

9 libri da leggere per l’estate (secondo me)

A dire il vero, non trovo obbligatorio leggere in estate. Al contrario, visto che i lettori cosiddetti forti leggono tutto l’anno, magari l’estate può essere un periodo di ferie, un momento per staccare e provare nuove avventure, scoprire nuove passioni o che so io. Ma la verità è che sono proprio i lettori forti a non riuscire a rinunciare alla lettura nemmeno durante le vacanze, semmai aumentano il ritmo, liberi dagli orari di lavoro o dagli impegni dello studio. Verosimilmente cercano anche di accostarsi a nuovi generi e vedere, semplicemente, l’effetto che fa. Continua a leggere “9 libri da leggere per l’estate (secondo me)”

Stronze si nasce di Felicia Kingsley

Sgombriamo subito il campo da un equivoco: se non fossero stati i lettori di questo blog a chiedermi Stronze si nasce di Felicia Kingsley (Newton Compton Editore) come premio per il giveaway post Salone del libro a Torino, mai, mai e poi ancora mai lo avrei letto. E no, non prendetemi per stronza, non snobbo i romance perché mi ritengo superiore al genere: il fatto è che io i romance li traduco (ah! Scommetto che non l’avete mai nemmeno sbirciata la pagina col portfolio dei miei lavori editoriali…), e quando trascorri otto ore con donne alla ricerca del principe azzurro, intrighi, intrallazzi, complotti, fidanzamenti che vanno a gambe all’aria e matrimoni che piovono e saettano come fulmini a ciel sereno, la voglia di passare ad altro, quando stacchi – letteralmente – la spina del computer, prevale persino sul desiderio di accontentare una tua amica che ti chiede di dare una chance alla Kinsella. E piuttosto darei più retta a un’altra amica e alla sua ossessione per Baricco (che pure, al solo pensiero, mi provoca una sensazione come quella di un graffio potente sulla lastra della lavagna). Continua a leggere “Stronze si nasce di Felicia Kingsley”

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: