Cambio di rotta di Elizabeth Jane Howard

Cambio di rotta può essere un buon proposito per inaugurare il nuovo anno (e anche la nuova stagione editoriale di questo blog), ma i propositi, buoni o cattivi che siano, più che traguardi sono percorsi che ognuno segue conoscendo il punto di partenza ma mai l’arrivo, approdo di esperienze, situazioni e circostanze che, la maggior parte delle volte, sfuggono totalmente al nostro controllo. Continua a leggere “Cambio di rotta di Elizabeth Jane Howard”

Figlie di una nuova era di Carmen Korn

In attesa dell’8 aprile, giorno in cui uscirà ufficialmente È tempo di ricominciare di Carmen Korn, è bene ravvivare la memoria dei lettori parlando di Figlie di una nuova era (Fazi Editore) della stessa autrice, in modo da riannodare il filo che lega le trame di questi due volumi di una delle saghe più amate dell’ultimo anno, capace quasi (quasi) di scalzare il primato della saga dei Cazalet dal cuore dei lettori. Il paragone è sia azzardato che il suo contrario: da una parte siamo di fronte a due testi (e a due autrici) molto diverse; dall’altra parte il piano storico che sorregge entrambe le opere inclina nella stessa direzione: quella che avrebbe sopportato due diverse guerre mondiali. «Dopo la prima si erano riempiti di buoni propositi, ma non erano riusciti a evitare la seconda». Continua a leggere “Figlie di una nuova era di Carmen Korn”

Il fiume della colpa di Wilkie Collins

Wilkie Collins è da sempre considerato uno dei padri fondatori della detective novel insieme a Edgard Allan Poe. Una tradizione alla quale è impossibile sfuggire e, se permettete, persino inaugurabile, se davvero volete essere introdotti al genere con massima consapevolezza. Il suo La pietra di luna è il primo romanzo giallo in cui al lettore vengono dati sia indizi che false piste (il cosiddetto fair play novel) e La donna in bianco e la prima sensation novel. Continua a leggere “Il fiume della colpa di Wilkie Collins”

All’ombra di Julius di Elizabeth Jane Howard

Da qualche giorno è in libreria Cambio di rotta, il nuovo romanzo di Elizabeth Jane Howard pubblicato in Italia da Fazi Editore. Ma non è questo libro il protagonista delle recensione di oggi, bensì All’ombra di Julius, sempre della Howard. Per chi già conosce quella che a pieno titolo può essere considerata la Jane Austen del XX secolo, e che – lo ricordiamo – ha conquistato milioni di lettori con la sua saga dei Cazalet, ogni nuovo romanzo dell’autrice che l’editore rende disponibile sul mercato italiano è un appuntamento immancabile. Per chi, invece, non la conosce ancora e non ha mai letto niente di suo, ogni nuovo romanzo è un’opportunità imperdibile per scoprirla, amarla e non abbandonarla mai. Continua a leggere “All’ombra di Julius di Elizabeth Jane Howard”

Emma, 1876 di Gore Vidal

Emma, 1876 di Gore Vidal (Fazi Editore), fa parte del cosiddetto ciclo della Narrative of Empire scritto dal romanziere, drammaturgo e sceneggiatore statunitense tra il 1967 e il 2000 e che si propone di raccontare attraverso sette romanzi che mescolano la realtà storica alla narrazione fittizia la grande epopea degli Stati Uniti d’America dagli albori della Repubblica fino al secondo dopoguerra, ovvero fino al cosiddetto avvento dell’epoca (o epica?) di Camelot, così come venne da molti definito il periodo dell’amministrazioni Kennedy. Continua a leggere “Emma, 1876 di Gore Vidal”

9 libri da leggere per l’estate (secondo me)

A dire il vero, non trovo obbligatorio leggere in estate. Al contrario, visto che i lettori cosiddetti forti leggono tutto l’anno, magari l’estate può essere un periodo di ferie, un momento per staccare e provare nuove avventure, scoprire nuove passioni o che so io. Ma la verità è che sono proprio i lettori forti a non riuscire a rinunciare alla lettura nemmeno durante le vacanze, semmai aumentano il ritmo, liberi dagli orari di lavoro o dagli impegni dello studio. Verosimilmente cercano anche di accostarsi a nuovi generi e vedere, semplicemente, l’effetto che fa. Continua a leggere “9 libri da leggere per l’estate (secondo me)”

Un incantevole Aprile di Elizabeth Von Armin

Coincidenza: «Combinazione di fatti, di circostanze, spesso casuali»

Coincidenze: quattro donne diversissime tra loro ma che coltivano un sogno comune: allontanarsi. Dalla cupa primavera inglese, dalle loro famiglie, dai loro mariti, dalla solitudine. E desiderano, giacché siamo – appunto – in primavera – rinascere, sbocciare a nuova vita come i fiori che si rinnovano di primavera in primavera. Continua a leggere “Un incantevole Aprile di Elizabeth Von Armin”

La Saga dei Cazalet: Confusione

Ho letto divorato i primi due volumi della saga dei Cazalet (Fazi Editore) nel 2017, riproponendomi di riprendere e terminare l’intero ciclo nel 2018.

La verità è che una volta che sei entrato nella famiglia Cazalet, non ne vuoi uscire più. E solo una ferrea autodisciplina (o un atto di incredibile masochismo) permette di diluire la lettura nel tempo. Tuttavia, non potevo che iniziare con il terzo, Confusione, esattamente a Capodanno, proprio per “restare in famiglia”. Perciò, ho brindato al 2018 in loro compagnia (anche se alla fine de Gli anni dell’attesa li avevamo lasciati giustappunto a Natale, il terzo dall’inizio della Seconda Guerra Mondiale, e forse non c’era granché da festeggiare). Continua a leggere “La Saga dei Cazalet: Confusione”

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: