La casa sfitta di Charles Dickens, Elizabeth Gaskell, Wilkie Collins, Adelaide Anne Procter

Ai tempi in cui Charles Dickens era direttore dell’Household Words, era solito fare una sorta di strenna natalizia ai lettori. Quella del 1858 (l’ultimo anno, peraltro, di collaborazione dello scrittore inglese con la rivista) fu un breve romanzo in quadri, La casa sfitta, scritto a otto mani dallo stesso Dickens insieme a Wilkie Collins, Elizabeth Gaskell e la poetessa Adelaide Anne Procter, tutti autori orbitanti nella stessa cerchia di artisti e intellettuali nell’Inghilterra vittoriana. Un romanzo che ha aspettato circa 150 anni prima di poter essere letto anche nel nostro paese grazie all’intuizione editoriale della Jo March Edizioni e alla bella traduzione di Camilla Caporicci, Valeria Mastroianni e Lorenza Ricci. Continua a leggere “La casa sfitta di Charles Dickens, Elizabeth Gaskell, Wilkie Collins, Adelaide Anne Procter”

Vecchi amici e nuovi amori di Sybil G. Brinton

 

Buongiorno lettori! In questa fine di agosto che è durato troppo poco (almeno per me) vorrei parlarvi di una delle mie ultime letture. Come detto già precedentemente in numerose occasioni, sia io che Sara amiamo Jane Austen. Numerosi sono i libri e i film ispirati alla nostra zia Jane, ma il filone dei sequel e dei retelling è cominciato circa un secolo dopo la morte della nostra autrice. Infatti Sybil G. Brinton, grande fan della Austen, nel 1913 pubblicò Vecchi amici e nuovi amori, un immaginario seguito di tutti e sei i romanzi. Continua a leggere “Vecchi amici e nuovi amori di Sybil G. Brinton”

La Storia di una Bottega di Amy Levy

La storia di una bottega di Amy Levy (Jo March Editore) è il secondo volume della collana Atlantide della casa editrice che ha riproposto finalmente quel meraviglioso capolavoro che è Nord e Sud di Elizabeth Gaskell, con il fine di far riaffiorare il continente sommerso (Atlantide, appunto) della narrativa femminile tra XVIII e XIX secolo oltre ai nomi immortali di Jane Austen (a cui, sotto il profilo filologico, in quest’opera i riferimenti non mancano), delle sorelle Bronte, George Eliot e poche altre. E, infatti, questo romanzo della Levy, sconosciuto al grande pubblico fino a questa riedizione, fa emergere un lato del percorso di emancipazione femminile che preconizza l’inesorabile e inarrestabile trasformazione della donna alle soglie del XX secolo. Continua a leggere “La Storia di una Bottega di Amy Levy”

L’eredità di Louisa May Alcott

 

Tutti conoscete Louisa May Alcott per essere l’autrice di uno dei classici più amati, dalle bambine soprattutto, dalle donne poi: Piccole donne è infatti uno dei tasselli per eccellenza della formazione culturale femminile (e se anche così non fosse e non lo aveste mai letto, vi prego leggetelo perchè è un capolavoro!). Ma la Alcott iniziò a scrivere e a immaginare storie molto presto; il piccolo libricino di cui voglio parlarvi oggi è infatti un’opera giovanile, scritta da una Louisa diciassettenne, quando era ancora una piccola donna: L’eredità.  Continua a leggere “L’eredità di Louisa May Alcott”

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: