Giudei di Gaia Servadio

Giudei di Gaia Servadio (Bompiani Editore) può paragonarsi a un ciclo di affreschi narrativi in cui si racconta la saga di una famiglia ebraica italiana (i Levi) dall’inizio del XX secolo fino agli anni di piombo. Dall’incontro del capostipite Zaccaria e del cugino Samuele con il Maestro Puccini nel 1903 (la musica lirica qui fa davvero da colonna sonora) alla diaspora finale della famiglia, attraversando la Grande Guerra, il fascismo e le leggi razziali, la Seconda guerra mondiale e l’olocausto, la ricostruzione e l’industrializzazione dell’Italia in una ricomposizione minuziosa non solo della transizione da Ebrei a Giudei a Nessuno per approdare, infine, a Israeliti, ma dei mutamenti che parallelamente hanno plasmato il nostro Paese.

Continua a leggere “Giudei di Gaia Servadio”

Gotico Americano di Arianna Farinelli

Un romanzo sul razzismo, sul fondamentalismo, sulla diversità, sulla libertà di essere sé stessi e sulla libertà come concetto generale, sull’uguaglianza e, soprattutto, sull’amore e sulla famiglia. Tutto questo è Gotico americano di Arianna Farinelli (Bompiani Editore nella collezione Munizioni diretta da Roberto Saviano), nata a Roma nel 1975 e trasferitasi negli Stati Uniti nel 2001 dove ha conseguito il dottorato di ricerca in Scienze politiche e ora docente alla City University di New York. Continua a leggere “Gotico Americano di Arianna Farinelli”

La Cittadella di A.J. Cronin

Pubblicato per la prima volta nel 1937, La cittadella del medico e scrittore britannico Archibald J. Cronin è stato recentemente riproposto dall’editore Bompiani in una nuova veste grafica e con la rinnovata e aggiornata traduzione di Maurizio Bartocci. Romanzo ampiamente basato su stralci della reale esperienza dell’autore come medico nelle città minerarie del Galles nei primi decenni del XX secolo, in condizioni al limite e sideralmente lontane da ogni progresso scientifico, la storia può ad ogni buon conto considerarsi un classico moderno per la densità dei temi affrontati, l’epicità delle vicende, la imperitura attualità della parabola umana dell’ascesa e della caduta, dello scontro tra ideale, reale e morale. Continua a leggere “La Cittadella di A.J. Cronin”

Galateo per ragazze da marito: come non concedersi quasi mai, quasi a nessuno e riuscire a non sposarsi lo stesso di Irene Soave

 

Un po’ per venia, un po’ perché gli anni passano e lo spettro della zitellaggine si mescola sempre più prepotentemente a quello dell’eterna solitudine, un po’ a causa delle ricerche in corso per la rubrica #GalassieSommerse, mi sono spesso imbattuta, negli ultimi mesi, in galatei e manuali per così dire di bon ton per signore e signorine, da La gente perbene di Marchesa Colombi a Eva Regina di Jolanda (una delle protagoniste della nostra rubrica che incontrerete tra qualche giorno). Considerando l’epoca alla quale fanno riferimento – ovvero quella a cavallo tra seconda metà del XIX secolo e prima metà del XX – rappresentano tutti, a mio parere, un documento interessante per capire l’evoluzione e l’affermazione della donna in questo periodo cruciale. Capite bene, dunque, che la lettura di Galateo per ragazze da marito di Irene Soave (Bompiani Editore) era imprescindibile… Continua a leggere “Galateo per ragazze da marito: come non concedersi quasi mai, quasi a nessuno e riuscire a non sposarsi lo stesso di Irene Soave”

Planimetria di una famiglia felice di Lia Piano

È universalmente riconosciuto che, come diceva il buon vecchio Lev, «tutte le famiglie felici sono felici allo stesso modo, ogni famiglia infelice è infelice a modo proprio». E chi si sognerebbe mai di contraddirlo? Forse, però, ogni tanto sarebbe il caso di gettare uno sguardo a queste famiglie felici per vedere come sono e, soprattutto, capire cosa sia la felicità domestica. È agiatezza? Armonia? Serenità? Normalità? E se invece fosse pura anarchia, come la planimetria di una villa antica abbarbicata sulle colline sopra Genova con un grande salone di rappresentanza posto al centro e tutto attorno satelliti di stanze che non si capisce bene secondo quale rotazione girino (ma che facciano la rivoluzione è certo), un seminterrato, una cripta, un albero secolare, cascate di fiori, un giardino che racchiude, dietro il suo cancello, letteralmente il mondo. Animale, vegetale e chi più ne ha più ne metta. Continua a leggere “Planimetria di una famiglia felice di Lia Piano”

“Il sogno della macchina da cucire” di Bianca Pitzorno

C’era una volta un mestiere molto sviluppato tra le donne e le fanciulle d’Italia. Un mestiere che purtroppo ad oggi viene poco praticato e insegnato: la sartoria.

Protagonista di questo romanzo è una giovane sartina che vive alla fine dell’Ottocento. Ha perso la famiglia da bambina e, trasferitasi dalla nonna sarta, ha appreso le tecniche del cucito. Desiderio della nonna era che diventasse una donna indipendente, non costretta a fare la governante o la domestica nelle case dei ricchi; voleva insegnarle il lavoro per permetterle di realizzarsi in quanto persona e donna indipendente. Continua a leggere ““Il sogno della macchina da cucire” di Bianca Pitzorno”

Le stanze dell’addio di Yari Selvetella

Yari Selvetella e il suo Le Stanze dell’addio (Bompiani) è tra i dodici finalisti del prossimo premio Strega, ma è anche il protagonista della terza edizione del Gruppo di lettura day organizzato ormai da due anni da Isabella Borghese e Book Media Events (se volete saperne di più, vi linko qui un articolo di presentazione e qui l’evento facebook al quale ognuno può partecipare, volendo). Un’esperienza quella del Gruppo di Lettura Day che condivido con le mie amiche e colleghe di Leggendo a Bari.  Continua a leggere “Le stanze dell’addio di Yari Selvetella”

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: