POMODORI VERDI FRITTI AL CAFFÈ DI WHISTLE STOP

Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop è generalmente riconosciuto come il miglior romanzo di Fannie Flagg ‒ vero nome Patricia Neal ‒ scrittrice americana classe 1944 (in Italia è pubblicato dalle Edizioni BUR), un vero e proprio caso editoriale all’inizio degli anni Novanta, con tutta probabilità sospinto dall’onda lunga dell’omonimo film (premio Oscar per la sceneggiatura scritta dalla stessa Fannie Flagg), e che, finalmente, nell’anno del Signore 2018, è entrato nel novero delle mie letture grazie alla BookChallenge di Iread per la categoria Libro con un alimento nel titolo. Continua a leggere “POMODORI VERDI FRITTI AL CAFFÈ DI WHISTLE STOP”

L’amore in un clima freddo: Nancy Mitford e la (f)rigidità dei sentimenti

«Ah, l’amore… Bisognerebbe sparargli, a quello che l’ha inventato»

Un libro con un titolo che descrive la mia vita sentimentale? L’amore in un clima freddo di Nancy Mitford (Adelphi Editore), senza dubbio. Un titolo, in questo senso, interpretabile: l’amore in un clima freddo può essere rovente per l’esigenza, tutt’altro che paradossale, di scaldare. Oppure può essere frigido e basta. Quale delle due interpretazioni si attaglia alla mia vita amorosa non vi è dato, però, di sapere. Continua a leggere “L’amore in un clima freddo: Nancy Mitford e la (f)rigidità dei sentimenti”

La sfida di Adelphi: I Diari Bollenti di Mary Astor

Il secondo libro che ho scelto di leggere per la IRead Book Challenge di Leggendo a Bari è: I diari Bollenti di Mary Astor di Edward Sorel edito da Adelphi. E infatti la categoria sfidata, non a caso, è: Casa Editrice preferita.

Sorvolando sulle ragioni che fanno di Adelphi la casa editrice che prediligo (o una delle, ma è sicuramente un passo avanti, almeno per quanto mi riguarda) e che sono tutte strettamente riconducibili a questioni personali, trovo che I diari bollenti di Mary Astor rappresenti davvero una sfida per il lettore medio di Adelphi, abituato a una veste grafica sempre riconoscibile e immediatamente riconducibile a uno stile editoriale di un certo tipo. Già a partire dalla copertina, che se da una parte è la stessa dell’edizione originale uscita nel 2016, e che «rende questo libro anche fisicamente diverso da qualsiasi altro», dall’altra “esprime” più e meglio delle parole quello che il lettore troverà al suo interno: il resoconto da tabloid di uno dei primi scandali sessuali nella Hollywood degli anni ’30. Continua a leggere “La sfida di Adelphi: I Diari Bollenti di Mary Astor”

La Saga dei Cazalet: Confusione

Ho letto divorato i primi due volumi della saga dei Cazalet (Fazi Editore) nel 2017, riproponendomi di riprendere e terminare l’intero ciclo nel 2018.

La verità è che una volta che sei entrato nella famiglia Cazalet, non ne vuoi uscire più. E solo una ferrea autodisciplina (o un atto di incredibile masochismo) permette di diluire la lettura nel tempo. Tuttavia, non potevo che iniziare con il terzo, Confusione, esattamente a Capodanno, proprio per “restare in famiglia”. Perciò, ho brindato al 2018 in loro compagnia (anche se alla fine de Gli anni dell’attesa li avevamo lasciati giustappunto a Natale, il terzo dall’inizio della Seconda Guerra Mondiale, e forse non c’era granché da festeggiare). Continua a leggere “La Saga dei Cazalet: Confusione”

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: