Il ministero della bellezza di Matteo Lazzarotto

Il ministero della bellezza di Matteo Lazzarotto era già stato pubblicato nel 2013 da Indiana Editore e, ormai fuori circuito ma ancora invocato dai lettori, possiamo solo ringraziare Las Vegas Editore per avercelo riconsegnato in una nuova veste grafica e non solo, per averci dato modo di riflettere su come sarebbe un mondo in cui a dominare è la bellezza intesa come canoni estetici e basta in cui o sei dentro o sei fuori. E Matteo Labrozzo, lo scrittore trentenne protagonista del romanzo, è decisamente fuori.

Continua a leggere “Il ministero della bellezza di Matteo Lazzarotto”

Villa Ventosa di Anne Fine

Va da sé che Anne Fine sia un’autrice geniale quando si tratta di rappresentare le dinamiche di famiglie disfunzionali. Lo aveva già dimostrato con Lo diciamo a Liddy (ne ho parlato qui), lo conferma con Villa Ventosa, l’altro suo romanzo portato in Italia da Adelphi edizioni nella traduzione di Olivia Crosio lo conferma sebbene con una sottile venatura di maggiore cinismo, se possibile.

Continua a leggere “Villa Ventosa di Anne Fine”

La voce dentro di Frances Levinston

La voce dentro di Frances Leviston (NN Editore nella traduzione di Ada Arduino) è una delle raccolte di racconti scritte da un singolo autore più poderosa e notevole che abbia letto da un po’ di tempo. Per ritrovarne una dalle caratteristiche affini (ma non simili) e che mi abbia suscitato così tante e contrastanti emozioni – il risentimento, gli atteggiamenti passivo aggressivi, la misoginia, le dipendenze, i sensi di colpa – devo tornare a La parola magica di Anna Siccardi (sempre NNEditore).

Continua a leggere “La voce dentro di Frances Levinston”

L’assassinio di Lady Gregor di Anthony Wynne

L’assassinio di Lady Gregor (un mistero scozzese) di Anthony Wynne (pseudonimo di Robert McNair Wilson) è, insieme a Un delitto in Cornovaglia di John Bude (di cui vi ho già parlato qui), tra i classici del giallo della British Library che la Vallardi Editore ha riproposto di recente al pubblico italiano.

Continua a leggere “L’assassinio di Lady Gregor di Anthony Wynne”

Il coraggio della felicità di Loredana Scaiano

Con Il coraggio della felicità (il mio giro del mondo in solitaria sulle orma di Ida Pfeiffer, Ultra editore) Loredana Scaiano ci regala molto più di un diario di bordo, un resoconto sui suoi oltre quattrocento   giorni in viaggio per il mondo, in solitaria; ci regala un inno alla vita, al coraggio, ma, soprattutto la celebrazione della donna e delle sue infinite possibilità.

Continua a leggere “Il coraggio della felicità di Loredana Scaiano”

Thomas Jay di Alessandra Libutti (la recensione)

Ieri ho riportato le impressioni a caldo dopo la lettura di Thomas Jay di Alessandra Libutti fatta nel 2012, impressioni che la recente rilettura ha confermato e, anzi, amplificato in maniera esponenziale alla mia crescita personale, alle esperienze vissute, al mio percorso interiore. Ma perché Thomas Jay ha questo potere di entrarti in circolo e non abbandonarti mai?

Continua a leggere “Thomas Jay di Alessandra Libutti (la recensione)”

Thomas Jay di Alessandra Libutti (le mie impressioni a caldo… nove anni dopo)

Scritto per la prima volta nel 1999, Thomas Jay di Alessandra Libutti è stato finalista del Premio Calvino nel 2002 e pubblicato per la prima volta dall’editore Neftasia nel 2007. Un’esperienza breve e burrascosa che, tuttavia, non arrestò la diffusione del romanzo tra i lettori. Grazie al passaparola, e a una copia fatta circolare dalla stessa autrice su aNoobi, la storia di Thomas Jay arrivò sulla scrivania di un’altra casa editrice (qui trovate il racconto dell’intera vicenda) che ne rilevò i diritti e la pubblicò nel 2012. Ma, anche in questo caso, il cerchio non trovò la quadra che meritava. Ritornata in possesso dei diritti, la Libutti ha ripubblicato nel 2021 in self (e anche in audiolibro) quello che a mio modesto avviso può considerarsi uno dei migliori romanzi italiani del nuovo millenio e di cui oggi vi propongo, qui di seguito, le impressioni che mi lasciò sulla pelle, nel cuore, sulla punta delle dita quella lettura indimenticabile.

Continua a leggere “Thomas Jay di Alessandra Libutti (le mie impressioni a caldo… nove anni dopo)”

Berthe Morisot, le luci gli abissi di Adriana Assini

Adriana Assini è una vecchia amica di queste pagine e, anche se con un po’ di ritardo sull’uscita di Berthe Morisot, le luci gli abissi (Scrittura&Scritture editore) non potevamo negarci e negarvi il piacere di parlarne. Un nuovo romanzo che raccoglie anche la sua passione, il talento e la professione in ambito pittorico-figurativo dell’autrice e che ci racconta la vita di Berthe Morisot, una «galassia sommersa» della pittura impressionista (qui potete leggere l’articolo a lei dedicato nel corso della rubrica che il blog ha riservato a tutte quelle donne – scrittrici e pittrici – che hanno lasciato un’impronta nella storia della letteratura e dell’arte e che il “canone” ha invece tentato di cancellare).

Continua a leggere “Berthe Morisot, le luci gli abissi di Adriana Assini”

Il compimento è la pioggia di Giorgia Lepore

Il compimento è la pioggia di Giorgia Lepore (E/O collana Sabot/Age) è il terzo e – purtroppo per me, perché ne leggerei ancora e ancora – ultimo capitolo della saga dell’ispettore capo Gerry Esposito. Magnifico, espiatorio, catartico come la pioggia dopo mesi di secca, questo romanzo è il più bello e il più terribile insieme, confermando la mano dell’autrice come una delle più potenti per quanto riguarda il noir in Italia.

Continua a leggere “Il compimento è la pioggia di Giorgia Lepore”

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: