Benedetto sia il padre di Rosa Ventrella

Femminile, meridionale. Sono queste le coordinate di Benedetto sia il padre di Rosa Ventrella che guidano il lettore tra pagine di ancestrale potenza e tumultuose evenienze. Rappresentano quasi la coscienza di una missione, la spinta di un rapporto istintivo e antichissimo tra generazioni i cui conflitti interiori e le relazioni esteriori si perpetrano di padri in figli, madri in figlie, dimostrando con lucidità di pensiero come la famiglia sia l’origine di ogni cosa, di ogni crisi, di ogni ostacolo e di ogni sconfitta. L’origine non è la fine: la fine è quel moto, quello slancio di consapevolezza, la determinazione di un riscatto che i suoi protagonisti riescono a trovare. Così era in Storia di una famiglia perbene e La Malalegna. Così è per Benedetto sia il padre (Mondadori Editore).

Continua a leggere “Benedetto sia il padre di Rosa Ventrella”

I figli sono pezzi di cuore di Giorgia Lepore

I figli sono pezzi di cuore di Giorgia Lepore (Edizioni E/O) è il primo libro di quella che per ora è una trilogia noir con protagonista l’ispettore Gregorio Esposito ma che in futuro, mi auguro davvero possa diventare una serie. Pubblicato nel 2015, è diventato oggetto della mia attenzione dopo che nel 2018 mi è capitato, per caso, di leggere il terzo volume (Il compimento è la pioggia). Ma solo nel 2021 sono riuscita ad approdare a questo inizio di saga, con mia enorme soddisfazione, potrei aggiungere.

Continua a leggere “I figli sono pezzi di cuore di Giorgia Lepore”

Il turno di Grace di William Wall

Per parlarvi de Il turno di Grace di William Wall (Nutrimenti Edizioni) ci vorrebbero due recensioni. Una molto formale, che sviscera il concetto di narrazione in chiave psicologica, soggettiva e dunque parziale, stratificazioni – attingo qui direttamente dal testo – di significato che dipendono dal nostro punto di vista, dal nostro desiderio di seguire la traccia e da fino a che punto la nostra presenza alteri la situazione (pag. 84). E di quanto sia facile diventare intrusi nella nostra stessa storia (ibid). Ma è ancora più facile diventare intrusi, d lettori, nelle storie altrui. Cos’altro sono, altrimenti, le recensioni? Però io non voglio essere un’intrusa nel raccontarvi de Il turno di Grace. Quindi mi atterrò al mio consueto modo di scrivere recensioni: oggettivo per quanto possibile, obiettivo quanto è nelle mie capacità.

Continua a leggere “Il turno di Grace di William Wall”

Perché ti ho perduto di Vincenza Alfano

Esce oggi per la Giulio Perrone editore, a cura di Vincenza Alfano, Perché ti ho perduto, breve biografia, appassionata e struggente, della poetessa Alda Merini, un testo naturalmente consigliato a chi ama la poetessa dei Navigli ma anche a chi della Merini sa poco o nulla per la delicatezza con la quale l’autrice accompagna il lettore nel mondo fantastico e visionario di Alda.

Continua a leggere “Perché ti ho perduto di Vincenza Alfano”

Giudei di Gaia Servadio

Giudei di Gaia Servadio (Bompiani Editore) può paragonarsi a un ciclo di affreschi narrativi in cui si racconta la saga di una famiglia ebraica italiana (i Levi) dall’inizio del XX secolo fino agli anni di piombo. Dall’incontro del capostipite Zaccaria e del cugino Samuele con il Maestro Puccini nel 1903 (la musica lirica qui fa davvero da colonna sonora) alla diaspora finale della famiglia, attraversando la Grande Guerra, il fascismo e le leggi razziali, la Seconda guerra mondiale e l’olocausto, la ricostruzione e l’industrializzazione dell’Italia in una ricomposizione minuziosa non solo della transizione da Ebrei a Giudei a Nessuno per approdare, infine, a Israeliti, ma dei mutamenti che parallelamente hanno plasmato il nostro Paese.

Continua a leggere “Giudei di Gaia Servadio”

La testa mozzata di Salvatore Stefanelli

La testa mozzata, un racconto lungo di Salvatore Stefanelli (pubblicato da Delos Digital) è un ebook “rapido ed emozionante” di una sessantina di pagine difficile da ascrivere a un unico genere letterario: un po’ noir, un po’ poliziesco, un po’ thriller, ha il pregio di leggersi velocemente regalando al lettore una pausa di intrattenimento non per questo meno intrigante.

Continua a leggere “La testa mozzata di Salvatore Stefanelli”

Il duca e io di Julia Quinn

La Bridgerton-mania ha coinvolto anche la sottoscritta autrice di questo blog (che, peraltro, in questo momento si sente tanto Mrs Whistledown).

Dopo aver visto la serie tv firmata Shonda Rhymes (il cui nome, almeno per me, è legato in maniera indissolubile a Grey’s Anatomy, anche se, nel frattempo, è diventata la donna più potente dello show biz internazionale), non sono riuscita a trattenermi dal leggere il romanzo di Julia Quinn, Il duca e io (Mondadori Editore), da cui è tratto – o sarebbe più giusto dire a cui si ispira?

Continua a leggere “Il duca e io di Julia Quinn”

Lady Chevy di John Woods

NN Editore inaugura il suo anno editoriale portando in Italia l’esordio narrativo di John Woods, Lady Chevy (traduzione di Michele Martino).

Uscito il 21 gennaio (il giorno dopo l’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente, il democratico Joe Biden, uscito vincitore dalle controverse elezioni di novembre 2020) Lady Chevy colpisce immediatamente il lettore per l’attualità dei temi trattati e, soprattutto, per la ferocia degli stessi, al punto che non ci si stupirebbe se molti dei protagonisti di quello sfregio alla democrazia consumato lo scorso 6 gennaio con il folle assalto a Capitol Hill avesse lo stesso background culturale, sociale e antropologico dei personaggi inventati da John Woods e venissero proprio dall’Ohio Valley. Che, in questo romanzo, non è solo la denominazione geografica dell’ambientazione, ma una vera e propria forma mentis.

Continua a leggere “Lady Chevy di John Woods”

Pollyanna di Eleanor H. Porter

Molti di voi, probabilmente, conosceranno la storia di Pollyanna Whittier attraverso l’omonima seria animata giapponese degli anni Ottanta prodotta dalla Nippon Animation, serie tratta dai romanzi di Eleanor H. Porter Pollyanna e Pollyanna cresce, il primo dei quali è stato recentemente riscoperto e ristampato nella collana I classici ritrovati dalla Caravaggio Editore (traduzione a cura di Enrico de Luca e illustrazioni di Massimiliano Modica).

Continua a leggere “Pollyanna di Eleanor H. Porter”

In fuga con me stessa di Irene Romano

Un anno (il 2018), 476.079 passi, sei città, sei capitali europee (Lisbona, Londra, Atene, Vienna, Dublino, Berlino). Il diario di questa impresa, o «fuga», come preferisce chiamarla l’autrice, Irene Romano, è In fuga con me stessa (BookaBook Edizioni). Un libro perfetto che, in questo momento di difficoltà, di viaggi che più che mete assomigliano sempre più a chimere sfuggenti, sembra quasi un contrappasso dantesco, e invece è di una potenza catartica, di slancio alla speranza, di una forza e di una determinazione che un centinaio di pagine contengono quasi a stento. Io, di sicuro, avrei voluto leggere ancora e ancora…

Continua a leggere “In fuga con me stessa di Irene Romano”

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: