Su e giù per le scale di Monica Dickens

Monica Dickens è la pronipote del più celebre Charles ed è nata a Londra nel 1915. Ricca di famiglia, a causa della sua indole un po’ ribelle, fu espulsa dalla scuola femminile di St. Paul prima di aver debuttato in società. Il suo caratterino la spinse a cercare di guadagnarsi da vivere e Su e giù per le scale è il primo romanzo/memoir dedicato a questo suo viaggio nel mondo lavorativo.

Avendo imparato a scuola un po’ di cucina decise di cercare lavoro come cuoca tuttofare e poi domestica; si affidò ad un’agenzia predisposta al collocamento e cominciò qualche lavoretto occasionale entrando in contatto con diverse personalità borghesi londinesi. Continua a leggere “Su e giù per le scale di Monica Dickens”

Bellezza e tristezza di Kawabata Yasunari

Bellezza e tristezza di Kawabata Yasunari è un romanzo pubblicato in Giappone nel 1965 e in Italia per la prima volta vent’anni dopo. Quello che ci troviamo a leggere è un romanzo che in 200 pagine trascina per la sua “bellezza e tristezza”, come suggerisce il titolo.

Protagonisti della vicenda sono cinque personaggi. Parte tutto dal signor Oki, famoso scrittore, che la sera prima di Capodanno sta viaggiando da Tokyo a Kyoto per sentire suonare le campane della città con Otoke, una sua vecchia fiamma. Andiamo quindi indietro nel tempo, nei ricordi dell’uomo, a più di vent’anni prima, quando Otoko aveva sedici anni anni e Oki trentuno, con già una moglie, Fumiko e un figlio piccolo, Taichiro. Tra Otoko e Oki c’era una relazione adultera, finita in malo modo, perchè Otoko rimase incinta, partorì a diciassette anni una bimba di sette mesi che non vide mai, perchè morì subito dopo la nascita. La disperazione per la perdita della figlia e inevitabilmente per la fine della relazione con Oki, spinsero Otoko a tentare il suicidio. Continua a leggere “Bellezza e tristezza di Kawabata Yasunari”

#IoLeggoGiappo: Mille gru di Yasunari Kawabata

Buongiorno lettori e benvenuti al quarto appuntamento con la rubrica, dedicata alla letteratura giapponese, #IoLeggoGiappo. Protagonista di oggi è il Premio nobel Yasunari Kawabata con un romanzo uscito a puntate e più volte rivisitato, per essere poi pubblicato nel 1952: Mille gru. 

978880471467HIG-310x480

Protagonista del romanzo, diviso in cinque parti (Mille gru, I boschetti al tramonto, Il bricco dipinto, Il rossetto della madre, La stella) è Mitani Kikuji. Rimasto padrone della casa di famiglia dopo la morte prima del padre, poi della madre, si trova a circa venticinque anni a partecipare ad un miai, un incontro atto ad incentivare un’unione matrimoniale, tra lui e Yukiko Inamura, organizzato dall’ex amante paterna, Chikako. La donna dopo essere stata brevemente la prediletta del padre di Kikuji, si occupa ora della cerimonia del tè e dei riti tradizionali. Il giorno previsto il protagonista vede Yukiko, con un kimono bianco e mille gru disegnate, simbolo giapponese di prosperità e lunga vita. Ma all’incontro ci sono anche altre due ospiti: la signora Ota e la figlia Fumiko. Continua a leggere “#IoLeggoGiappo: Mille gru di Yasunari Kawabata”

Morgana di Michela Murgia e Chiara Tagliaferri

Morgana: Storie di ragazze che tua madre non approverebbe è una raccolta curata da Michela Murgia Chiara Tagliaferri. Dieci brevi biografie di dieci donne assimilate alla Morgana arturiana. Donne, streghe, venute dai più disparati contesti sociali e storici, hanno agito e rivoluzionato la loro vita in base ai loro desideri, rimarcando la loro forza e il loro potere decisionale.

Il primo focus è su Moana Pozzi che con il suo charme e il suo corpo ha saputo crearsi un posto nell’olimpo delle donne più desiderate della seconda metà del novecento. Attrice, pornostar, amante del sesso e della sua libertà, ha rappresentato il rovesciamento di un canone femminile prestabilito. Poi la santa Caterina da Siena che pur essendo bellissima e perciò predestinata dalla famiglia e dalla società al matrimonio. In pieno Trecento grazie ad una smodata fede e al suo savoir faire religioso, riuscì a diventare consigliera di due papi, rappresentando una figura di donna analfabeta in grado di avere potere, seppur spacciato come oracolo divino, su un mondo maschile come quello ecclesiastico. Continua a leggere “Morgana di Michela Murgia e Chiara Tagliaferri”

#IoLeggoGiappo: La ragazza dello Sputnik di Haruki Murakami

Buongiorno lettori e benvenuti al terzo appuntamento con la rubrica #IoLeggoGiappo. Il focus di oggi è su Haruki Murakami, scrittore prolifico e molto pubblicato in Italia: nello specifico vi voglio parlare de La ragazza dello Sputnik. Protagonista del romanzo è un narratore che rimane anonimo e ci racconta di una ragazza, Sumire, sua coetanea. Il narratore è un maestro di scuola elementare, con una vita molto solitaria, appassionato di libri. Conosce Sumire all’università. Questa è una giovane romantica e cinica, con il sogno di diventare una scrittrice, è abituata a pensare molto, non è mai riuscita a legare con nessuno, se non con il nostro narratore, che si sente attratto mentalmente e sessualmente da lei. Continua a leggere “#IoLeggoGiappo: La ragazza dello Sputnik di Haruki Murakami”

Appuntamento in terrazzo di Felicia Kingsley

Buongiorno lettori, oggi vi parlo di un bellissimo gesto. In questa situazione difficile per il nostro Paese e per il mondo, Felicia Kingsley ha deciso di dare il suo contributo attraverso quello che le riesce meglio: scrivere. Ha così scritto una novella di circa 100 pagine, Appuntamento in terrazzo, pubblicata il 20 aprile in formato digitale. Felicia donerà i proventi del suo libro all’ospedale Policlinico di Modena, cercando in questo modo di dare un aiuto concreto a chi lotta in prima linea contro il Covid-19. Continua a leggere “Appuntamento in terrazzo di Felicia Kingsley”

#IoLeggoGiappo – Finché il caffè è caldo

Buongiorno lettori e benvenuti al secondo appuntamento con la rubrica #IoLeggoGiappo. Oggi vi parlo di Finché il caffè è caldo di Toshikazu Kawaguchi.

Il protagonista di questo romanzo è un luogo, un piccolo caffè giapponese che rimane nascosto ai più, con un’insegna dove è riportato il titolo di una canzone. I proprietari sono Nagare, un uomo dalle dimensioni notevoli, assieme alla moglie Kei e alla cugina Kazu. Nel locale ci sono giusto tre/quattro tavolini con gli sgabelli e ogni giorno seduta ad uno di essi c’è una donna vestita di bianco che legge un libro. Continua a leggere “#IoLeggoGiappo – Finché il caffè è caldo”

“Il racconto dell’ancella” di Margaret Atwood

Il racconto dell’ancella è un romanzo scritto e pubblicato da Margaret Atwood nel 1985. Dalla data di pubblicazione ha continuato a vendere molto, nonostante sia stato messo spesso al bando nelle scuole.

Il libro narra di un mondo alternativo in cui, in seguito a disastri chimici e nucleari, ogni Paese ha avuto l’autorizzazione ad agire autonomamente, senza interferenze esterne. In una società in cui la fertilità continuava a diminuire e in cui imperversava la guerra, con un colpo di stato in cui vengono uccisi il Presidente degli Stati Uniti e il congresso, prende il potere un nucleo di pochi capi, uomini e bianchi. Attraverso la scusa del momento di grande instabilità che si sta vivendo, i conti bancari di tutte le donne vengono chiusi, non c’è più un lavoro per loro, che diventano senza un appoggio economico, proprietà degli uomini. I matrimoni che vengono accettati  sono i primi, non viene accettato come legale il divorzio, l’aborto, viene rivoluzionato tutto il sistema. Continua a leggere ““Il racconto dell’ancella” di Margaret Atwood”

Anne Bronte – La vita e le opere di Will T. Hale

Buongiorno lettori, il mese di gennaio 2020 è stato il bicentenario della nascita della minore delle sorelle Bronte: Anne nacque il 17 gennaio del 1820 e morì a soli 29 anni, nel 1849. Solo negli ultimi anni gli studiosi hanno riscoperto ed espresso maggiore interesse per Anne, dopo decenni in cui tra le tre venivano maggiormente ricordate le autrici di Jane Eyre e di Cime tempestose.  Continua a leggere “Anne Bronte – La vita e le opere di Will T. Hale”

Tempesta e bonaccia di Marchesa Colombi

 

Tempesta e bonaccia è un romanzo scritto da Marchesa Colombi, ambientato nell’Italia ottocentesca. All’inizio della vicenda conosciamo l’avvocato Massimo, giovane di bell’aspetto, di forza e simpatia, che ha una relazione con la contessa Vittoria, sposata, ormai da quattro anni. Fulvia è una giovane cantante di teatro, bella e affascinante, circondata da ammiratori e corteggiatori. Giorgio, amico di Massimo, è uno di questi ultimi. Per tenere lontani gli altri ammiratori e fare un favore all’amico, Massimo comincia a frequentare assiduamente l’appartamento di Fulvia, finendo però per innamorarsene. Continua a leggere “Tempesta e bonaccia di Marchesa Colombi”

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: