Benedetto sia il padre di Rosa Ventrella

Femminile, meridionale. Sono queste le coordinate di Benedetto sia il padre di Rosa Ventrella che guidano il lettore tra pagine di ancestrale potenza e tumultuose evenienze. Rappresentano quasi la coscienza di una missione, la spinta di un rapporto istintivo e antichissimo tra generazioni i cui conflitti interiori e le relazioni esteriori si perpetrano di padri in figli, madri in figlie, dimostrando con lucidità di pensiero come la famiglia sia l’origine di ogni cosa, di ogni crisi, di ogni ostacolo e di ogni sconfitta. L’origine non è la fine: la fine è quel moto, quello slancio di consapevolezza, la determinazione di un riscatto che i suoi protagonisti riescono a trovare. Così era in Storia di una famiglia perbene e La Malalegna. Così è per Benedetto sia il padre (Mondadori Editore).

Continua a leggere “Benedetto sia il padre di Rosa Ventrella”

I figli sono pezzi di cuore di Giorgia Lepore

I figli sono pezzi di cuore di Giorgia Lepore (Edizioni E/O) è il primo libro di quella che per ora è una trilogia noir con protagonista l’ispettore Gregorio Esposito ma che in futuro, mi auguro davvero possa diventare una serie. Pubblicato nel 2015, è diventato oggetto della mia attenzione dopo che nel 2018 mi è capitato, per caso, di leggere il terzo volume (Il compimento è la pioggia). Ma solo nel 2021 sono riuscita ad approdare a questo inizio di saga, con mia enorme soddisfazione, potrei aggiungere.

Continua a leggere “I figli sono pezzi di cuore di Giorgia Lepore”

Il turno di Grace di William Wall

Per parlarvi de Il turno di Grace di William Wall (Nutrimenti Edizioni) ci vorrebbero due recensioni. Una molto formale, che sviscera il concetto di narrazione in chiave psicologica, soggettiva e dunque parziale, stratificazioni – attingo qui direttamente dal testo – di significato che dipendono dal nostro punto di vista, dal nostro desiderio di seguire la traccia e da fino a che punto la nostra presenza alteri la situazione (pag. 84). E di quanto sia facile diventare intrusi nella nostra stessa storia (ibid). Ma è ancora più facile diventare intrusi, d lettori, nelle storie altrui. Cos’altro sono, altrimenti, le recensioni? Però io non voglio essere un’intrusa nel raccontarvi de Il turno di Grace. Quindi mi atterrò al mio consueto modo di scrivere recensioni: oggettivo per quanto possibile, obiettivo quanto è nelle mie capacità.

Continua a leggere “Il turno di Grace di William Wall”

Perché ti ho perduto di Vincenza Alfano

Esce oggi per la Giulio Perrone editore, a cura di Vincenza Alfano, Perché ti ho perduto, breve biografia, appassionata e struggente, della poetessa Alda Merini, un testo naturalmente consigliato a chi ama la poetessa dei Navigli ma anche a chi della Merini sa poco o nulla per la delicatezza con la quale l’autrice accompagna il lettore nel mondo fantastico e visionario di Alda.

Continua a leggere “Perché ti ho perduto di Vincenza Alfano”

Giudei di Gaia Servadio

Giudei di Gaia Servadio (Bompiani Editore) può paragonarsi a un ciclo di affreschi narrativi in cui si racconta la saga di una famiglia ebraica italiana (i Levi) dall’inizio del XX secolo fino agli anni di piombo. Dall’incontro del capostipite Zaccaria e del cugino Samuele con il Maestro Puccini nel 1903 (la musica lirica qui fa davvero da colonna sonora) alla diaspora finale della famiglia, attraversando la Grande Guerra, il fascismo e le leggi razziali, la Seconda guerra mondiale e l’olocausto, la ricostruzione e l’industrializzazione dell’Italia in una ricomposizione minuziosa non solo della transizione da Ebrei a Giudei a Nessuno per approdare, infine, a Israeliti, ma dei mutamenti che parallelamente hanno plasmato il nostro Paese.

Continua a leggere “Giudei di Gaia Servadio”

#Segnalazione: Il casolare Amaranto di Anna Laura Littero

Luckas, giornalista affermato, è un uomo appagato e sicuro di sé almeno sino a quando non incrocia sulla sua strada Clara, una giovane ed esordiente pittrice, una donna enigmatica e dal forte carisma. Tra i due si innescherà uno strano gioco fatto di ripicche, dispetti e sciocche rivendicazioni che sfocerà in un amore travolgente e appassionato ma Clara è sposata con un russo emigrato in Italia dedito alla contraffazione d’opere d’arte e ritenuto una sorta di “Padrino” nel traffico degli affari illeciti. Sarà proprio il timore verso quest’uomo che li porterà a consumare il loro amore di nascosto ma sarà proprio la forza di quest’amore che li convincerà, successivamente, a uscire allo scoperto. Da quel momento in poi, per i due amanti, nulla sarà più come prima, le loro vite cambieranno per sempre e con esse anche il loro destino.

Continua a leggere “#Segnalazione: Il casolare Amaranto di Anna Laura Littero”

La testa mozzata di Salvatore Stefanelli

La testa mozzata, un racconto lungo di Salvatore Stefanelli (pubblicato da Delos Digital) è un ebook “rapido ed emozionante” di una sessantina di pagine difficile da ascrivere a un unico genere letterario: un po’ noir, un po’ poliziesco, un po’ thriller, ha il pregio di leggersi velocemente regalando al lettore una pausa di intrattenimento non per questo meno intrigante.

Continua a leggere “La testa mozzata di Salvatore Stefanelli”

#Segnalazione: La danza degli angeli di Monica Lamanna

Per il terzo appuntamento con la rubrica dedicata alle segnalazioni di autori emergenti, vi presentiamo il nuovo romanzo di Monica Lamanna, La danza degli angeli, un contemporary romance pubblicato lo scorso settembre da Robin edizioni. Come sempre, oltre alla trama del libro, nel post trovate anche l’intervista all’autrice.

Continua a leggere “#Segnalazione: La danza degli angeli di Monica Lamanna”

I Bottoni di Napoleone di Penny Le Courter e Jay Burreson

Un saggio di chimica (secondo qualcuno, addirittura un manuale propedeutico allo studio della materia) o un saggio storico? I Bottoni di Napoleone di Penny Le Courter e Jay Burreson (Tea Editore) è un saggio su come la chimica ha cambiato il corso della Storia attraverso la scoperta, la sintesi, il serendipico incontro con 17 molecole.

Continua a leggere “I Bottoni di Napoleone di Penny Le Courter e Jay Burreson”

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: