La piccola bottega di Parigi di Cinzia Giorgio

Dopo La collezionista di libri proibiti, La piccola libreria di Venezia e la monografia su Maria Maddalena, è uscito, sempre per Newton Compton Editori, La piccola bottega di Parigi di Cinzia Giorgio, una storia sui legami di famiglia, sull’inestricabilità dei tempi della vita (passato, presente e futuro sono tempi inalienabili dell’esistenza di ogni essere umano, non si può vivere l’uno ignorando gli altri), sul diritto di ciascuno di decidere per se stesso e sull’amore come coronamento di un percorso di maturazione più che come favola dal lieto fine scontato. Continue reading “La piccola bottega di Parigi di Cinzia Giorgio”

Annunci

All’ombra di Julius di Elizabeth Jane Howard

Da qualche giorno è in libreria Cambio di rotta, il nuovo romanzo di Elizabeth Jane Howard pubblicato in Italia da Fazi Editore. Ma non è questo libro il protagonista delle recensione di oggi, bensì All’ombra di Julius, sempre della Howard. Per chi già conosce quella che a pieno titolo può essere considerata la Jane Austen del XX secolo, e che – lo ricordiamo – ha conquistato milioni di lettori con la sua saga dei Cazalet, ogni nuovo romanzo dell’autrice che l’editore rende disponibile sul mercato italiano è un appuntamento immancabile. Per chi, invece, non la conosce ancora e non ha mai letto niente di suo, ogni nuovo romanzo è un’opportunità imperdibile per scoprirla, amarla e non abbandonarla mai. Continue reading “All’ombra di Julius di Elizabeth Jane Howard”

Gassman nell’armadio di Andrea Rezzonico

Gassman nell’armadio di Andrea Rezzonico (Clown Bianco Edizioni) è un romanzo breve, brioso, ironico e intelligente, un romanzo sicuramente perfetto da leggere in questi ultimi giorni d’estate, ma anche in altre stagioni – se proprio vogliamo dirla bene – perché la vera sintonia si stabilisce con il lettore e non con il meteo. Perciò, che sia in spiaggia o davanti al caminetto acceso, un buon libro è sempre un buon libro. E questo, nella sua semplicità, lo è. Continue reading “Gassman nell’armadio di Andrea Rezzonico”

La verità sul caso D. di Dickens, Fruttero & Lucentini

Il 9 giugno 1870 Charles Dickens muore lasciando incompiuto Il mistero di Edwin Drood, che diventa così uno dei più discussi “casi” della letteratura moderna, soprattutto perché il più grande narratore di storie di formazione del XIX secolo si confronta per la prima volta con il genere poliziesco, che aveva visto sin lì padrini di eccezione come Edgar Allan Poe e i suoi Delitti della Rue Morgue e Wilkie Collins e il suo La pietra di Luna (che curiosamente diventa l’interlocutore principale del testo, quasi a voler tracciare una sorta di competizione ideale tra Dickens e Collins). Come se la sarebbe cavata Dickens? Quale peso avrebbe occupato Il mistero di Edwin Drood nella storia della letteratura poliziesca? Continue reading “La verità sul caso D. di Dickens, Fruttero & Lucentini”

L’emulatore di Johana Gustawsson

L’emulatore è il secondo romanzo dell’autrice francese Johana Gustawsson dopo il successo di BLOCK 46 (entrambi editi in Italia da La Corte Editore) da cui riprende le due protagoniste Emily Roy (B.I.A., behavioral investigative advicer, ovvero profiler di Scotland Yard) e Alexis Castells (giornalista investigativa). È un libro che si e vi divora. Letteralmente. E quando dico letteralmente, intendo proprio il verbo divorare nella sua accezione da manuale: – v. tr. [dal lat. devŏrare, comp. di de- e vorare «inghiottire»] (io divóro, ecc.). – 1.Mangiare con ingordigia, detto propr. degli animali, spec. feroci [dal Vocabolario della Lingua Italiana Treccani]. Tuttavia, anche assunto nel suo senso figurato, il termine non potrebbe rivelarsi più adatto: compiere un’azione con bramosia, intensamente, leggere un libro tutto d’un fiato (è sempre Treccani a fare questo paragone) si adatta alla perfezione al tipo di emozioni e sentimenti che questa lettura scatena nel lettore – cupidigia, insaziabilità, pagine e pagine da divorare senza riuscire a mettere via il romanzo prima di essere arrivati alla parola fine. E che fine! Continue reading “L’emulatore di Johana Gustawsson”

Se vuoi vivere felice di Fortunato Cerlino

Recensione a cura di Antonella di Martino

In Se vuoi vivere felice, Fortunato Cerlino (Einaudi Editore) racconta il suo Far West, la sua infanzia, i suoi eroi, la sua famiglia, le sue radici, le sue sconfitte, le sue vittorie, il suo percorso di fuga e di riscatto. Siamo a Pianura. Lontano dal centro di Napoli. Lontanissimo dall’Italia. Qui nel Far West, parlare italiano significa provocare, segnalare, marchiare un confine, imporre un atteggiamento. L’Italia è altrove, è il Paese della televisione di Stato. L’Italia appartiene ad altri, a chi si può permettere di pagare il canone, a chi può contare su un posto fisso, ai bambini che giocano con giocattoli veri e mangiano le merendine delle pubblicità, alle ragazze che trasgrediscono fumando sigarette e ascoltano Baglioni. Continue reading “Se vuoi vivere felice di Fortunato Cerlino”

La donna di Gilles di Madeleine Bourdouxhe

La donna di Gilles di Madeleine Bourdouxhe (Adelphi Editore) è un libro che si legge in un paio d’ore ma che ti resta addosso per sempre. Romanzo d’esordio della scrittrice di origine belga, è considerato anche il suo testo più famoso, elogiato – fin dal momento della sua prima pubblicazione nel 1937 ‒ dalla critica, accolto come una rivelazione e fortemente sostenuto da Simone De Beauvoir, che riprenderà il tema rielaborandolo a suo modo ne La donna spezzata. Continue reading “La donna di Gilles di Madeleine Bourdouxhe”

Intervista ad Amanda Mariel: Non ho scelto il rosa per caso

Da Un bacio ad ogni costo, al recente Appuntamento al chiaro di luna, passando per la serie Amori da favola, rivisitazioni in chiave romance delle fiabe più famose, da Cappuccetto Rosso (Stregata dal Conte) a Cenerentola (L’incanto di Lady Elianna) passando per la Sorellanza del Tiro con L’arco (Georgina e Josephine) e gli amori scandalosi delle sue combattive lady per lord mascalzoni, la californiana Amanda Mariel è una vera Queen Of Romance, autrice prolifica di best seller che dopo aver scalato le classifiche Amazon negli States ha conquistato centinaia di lettrici anche nel nostro paese.   Continue reading “Intervista ad Amanda Mariel: Non ho scelto il rosa per caso”

Naviganti delle tenebre di Carlo Mazza

Naviganti delle tenebre di Carlo Mazza (E/O Edizioni, collana Sabot/age) è un romanzo di un’attualità potente e profetica: considerando i tempi di lavorazione di un libro, dalla stesura alla pubblicazione, non si può fare a meno di pensare che Carlo Mazza, ex bancario, ottimo narratore, abbia avuto la vista lunga oltre che la penna buona, consegnando ai suoi lettori un testo che potrebbe essere letto come un fatto di cronaca riportato da un quotidiano in edicola solo pochi giorni fa e che invece è verosimilmente il frutto di una passione, elaborazione, ricerca lunga, articolata e profonda dei contemporanei meccanismi che mettono la questione dei migranti al centro di un rinnovato conflitto razziale. E lo fa con stile ed equilibrio, e di certo non sfuggirà al lettore attento e lontano di ogni forma di pregiudizio che questo è prima di tutto un romanzo, mimesi del reale ma per definizione anche territorio dell’immaginazione e non manifesto politico.       Continue reading “Naviganti delle tenebre di Carlo Mazza”

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: